16-02-2014 Sella Sant'Agnese e Lago Minisini

In questa prima escursione a Gemona del Friuli visiteremo le pendici delle Prealpi Giulie occidentali. Il sentiero si svilupperà su una strada sterrata che ripercorre in buona parte l’antico tragitto, utilizzato già in epoca preistorica, che correva a mezza costa lungo la direttrice Artegna - Gemona – Venzone.  Parte del tracciato rientra in un’area protetta: il Sito di Interesse Comunitario Lago Minisini e Rivoli Bianchi.
Durante la passeggiata attraverseremo l’alveo del torrente Vegliato, che nei secoli con il suo apporto di detriti ha creato il conoide sul quale oggi sorge Gemona, per poi inoltrarci in un bosco con carpini, ornielli e noccioli in direzione di Sella sant’Agnese.
Lungo il percorso potremo osservare alcune interessanti strutture geologiche come “il clap dal Agnel” o l’imponente “ventaglio di sant’Agnese” formato da strati di rocce calcaree piegate dalle enormi forze geologiche che hanno dato origine a quest’area. Dall’osservazione del territorio riusciremo anche a capire come durante l’ultima glaciazione il ghiacciaio che sovrastava quest’area sia riuscito a modellare i versanti, lasciando ancora oggi delle tracce visibili del suo percorso.
Giunti a Sant’Agnese potremo ammirare i ricchi prati che ricoprono questa sella, luogo particolarmente caro ai gemonesi che nel mese di maggio festeggiano l’Ascensione facendo volare in cielo decine e decine di aquiloni.
Nella discesa verso la borgata di Ospedaletto ci fermeremo a visitare il Forte di monte Ercole, una fortificazione militare compresa nel sistema difensivo detto dell’Alto Tagliamento, che recentemente è stata soggetta ad interventi di recupero.
Scendendo di quota  e addentrandoci all’interno dell’area SIC  attraverso un bosco di orniello e carpino nero si arriva in un’area con prati stabili disposti su basse colline e conche. Proprio in una di queste conche incontreremo il Lago Minisini. Questo bacino, nonostante le modeste dimensioni, è oggi estremamente importante per la conservazione di molti animali come diversi anfibi e decine di specie di libellule. Rappresenta inoltre un punto di sosta per gli uccelli acquatici durante la migrazione. Oltre ai giunchi, ai carici e alle cannucce di palude la vegetazione del lago ospita numerose ninfee che, durante la tarda primavera, impreziosiscono lo specchio d’acqua con la loro splendida fioritura.
Nel 2011 la Comunità Montana del Gemonese, Canal del Ferro e Val canale ha eseguito un delicato ma importante intervento di riqualificazione ambientale che ha avuto lo scopo di rallentare il processo di interramento del lago. I primi risultati post intervento sono incoraggianti e ciò fa ben sperare sul futuro di quest’area, che sicuramente incanterà tutti visitatori.

Ci auguriamo che questo piccolo nuovo patrimonio possa diventare il punto di partenza per trasmettere in futuro ad altri ancora quanto abbiamo sentito e capito durante queste passeggiate, e il primo passo verso una maggiore tutela e cura del patrimonio ambientale e paesaggistico che ci circonda.

Per aderire all'iniziativa potete scaricare il modulo di iscrizione e comunicare la vostra partecipazione  tramite mail a info@farfallenellatesta.it.

Per ulteriori informazioni chiamare il n° 347-1583263.-

Ai partecipanti è richiesto abbigliamento e attrezzatura adatte ad un escursione in natura.

RITROVO: ORE 9.00 davanti alle Scuole Elementari di Ospedaletto di Gemona del Friuli.

Rientro previsto: verso le ore 12.30 circa.-

In caso di pioggia l’uscita sarà rimandata alla domenica successiva.

La Comunità Montana propone inoltre agli escursionisti appassionati di puntare l’obiettivo fotografico per immortalare i paesaggi, i particolari ed i momenti più suggestivi dell’escursione.

Le fotografie che potranno essere inviate a: cm.pontebba@cm-pontebba.regione.fvg.it, (specificando nell'oggetto: "foto escursione del 16-02-2014" ed indicando nome e cognome dell'autore), serviranno non solo ad arricchire l’archivio fotografico del territorio della Comunità, ma verranno proiettate a conclusione delle escursioni effettuate nell’anno e pubblicate sul sito dell'Ente.

galleria fotografica escursione